MANUALE DI TEORIA MUSICALE PDF

Rimane cos–ľ un intervallo di seconda eccedente tra il sesto e il settimo grado: do-re-mib-fa-sol-lab-si-do. Non la si trova spesso, ma se stai suonando un brano in do maggiore e ti trovi a un certo punto ad ascoltare un accordo di fa minore la stai implicitamente sfruttando. Quando scende, invece, la scala si comporta come quella minore naturale. Come mai questa asimmetria? Ricominciamo da capo.

Author:Shaktirisar Tar
Country:Paraguay
Language:English (Spanish)
Genre:Personal Growth
Published (Last):2 October 2011
Pages:19
PDF File Size:18.16 Mb
ePub File Size:1.53 Mb
ISBN:301-7-90162-324-3
Downloads:25874
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Akinoll



TONO: massima distanza tra due note 2 semitoni. Il simbolo di bequadro annulla le alterazioni. Pentagramma dal greco penta, che vuol dire cinque e gramma, ovvero linea il rigo musicale sul quale si scrivono le note. La sua evoluzione parte dal IX secolo d. Il pentagramma composto da cinque linee parallele e quattro spazi che intercorrono tra le linee. Chiave di soprano, sulla 1 linea 3. Chiave di mezzosoprano, sulla 2 linea 4. Chiave di contralto, sulla 3 linea 5.

Chiave di baritono, sulla 3 linea 7. Chiave di basso, sulla 4 linea Quindi le chiavi musicali sono tre ma con sette posizioni diverse che danno la possibilit di porre sul pentagramma la maggior parte di note dei suoni pi o meno gravi o acuti di cui ogni voce dotata, evitando per quanto possibile il posizionamento delle note esterno al rigo tramite tagli addizionali.

Sono permesse anche le altre possibili posizioni delle chiavi ma esse coincidono sempre con quelle sopra elencate. Do-Mib e Mib-Solb min - maj triade minore es. Do-Mib e Mib-Sol maj - min triade maggiore es. Do-Mi e Mi-Sol maj - maj triade aumentata es. La parte estrema inferiore viene detta basso, quella superiore canto. Si definiscono parti interne le note di un accordo che non sono parti estreme.

Un accordo si dice trovarsi in stato di rivolto quando al basso figura un suono diverso dal suono fondamentale; in particolare se al basso vengono a trovarsi i suoni chiamati 3, 5, 7, ecc. Tale nomenclatura utilizzata nella scrittura del basso continuo ovvero numerato.

Le posizioni melodiche vengono anche indicate dal numero cardinale corrispondente al suono del canto: Posizione melodica Suono del canto Numero della posizione I 8 8 II 3 3 III 5 5 IV 7 7 Morfologia e sintassi armonica La composizione, lo stato, la posizione, la disposizione e la densit di un accordo ne determinano la morfologia, ovvero lo individuano e descrivono per come esso si presenta, avulso dai molteplici contesti musicali nei quali pu essere rinvenuto.

Per ciascun tipo viene indicato su quali gradi della scala maggiore e della scala minore armonica possono essere costruite senza ricorrere a suoni estranei alla tonalit. Viene usualmente costruita sul VII grado abbassando di un semitono la nota corrispondente al II grado. Denominazione delle triadi maggiori e loro composizione Nella tabella seguente mostrata la composizione delle triadi maggiori.

Ne risulta che le tre note successive alla nota fondamentale saranno ad un intervallo rispettivamente di terza, quinta e settima da detta nota. A seconda della qualit di questi intervalli, si distinguono cinque specie di accordi di settima. La teoria classica della musica considera dissonanti tutti gli accordi di settima. Tuttavia, tra questi, solo la settima di prima specie non necessita di preparazione.

Il basso fondamentale di un accordo di settima in genere procede saltando di una quarta ascendente o - equivalentemente - scendendo di quinta giusta. Si costruisce a partire dal V grado dominante della scala di partenza.

Nello stato fondamentale composto da una terza maggiore, una quinta giusta e una settima minore. Conseguenza della sua struttura che ogni rivolto di questo quadriade costituito sempre dalla medesima successione di tre intervalli di terza minore. I suoi usi sono molteplici, perch in virt delle sue caratteristiche collocabile nei pi disparati ambiti tonali. Quando si considerino tutte e sette le note di un accordo di tredicesima costruito sul V grado di una tonalit, detto accordo contiene contene tutti i suoni ad essa appartenenti.

Questa considerazione peraltro di scarsa utilit pratica, dacch sia nella musica classica sia in contesti armonici tonali pi avanzati si fa praticamente sempre uso di accordi di meno di sette note si veda il paragrafo seguente sul voicing. In questo caso si presta a tutte variazioni esecutive ad essa applicate: alterazioni innalzamento o abbassamento cromatico delle note costitutive, dalla nona in poi , similitudini sostituzione con un accordo differente, ma di suono estremamente vicino , sostituzioni la pi importante delle quali quella di tritono.

Interessi correlati.

ANTSBITEMYLEGS COM SLICKDEALS 20OFF50 PDF

Lezioni di teoria musicale per imparare a suonare la chitarra

.

LIVRE AJUSTAGE MCANIQUE PDF

Pillole di teoria musicale

.

Related Articles