LA DISOBBEDIENZA CIVILE THOREAU PDF

I chose Thoreaus essay Civil Disobedience as my Fourth of July read, figuring I could write something quick and easy, something about the Resistance, Generalissimo Trump, and the coming Blue Wave. Yada yada yada. Something inspiring and comforting. But it didnt work out that way. I found Thoreaus personality prickly, many of his pronouncements naive and uncongenial.

Author:Meztigis Grosho
Country:Gambia
Language:English (Spanish)
Genre:Art
Published (Last):22 August 2006
Pages:154
PDF File Size:10.97 Mb
ePub File Size:14.34 Mb
ISBN:363-7-81345-447-7
Downloads:22216
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Mikashura



Ma come nacque questo saggio? Amava profondamente la natura e trascorreva intere giornate ad esplorare i boschi vicino a Concord e a raccogliere dettagliate informazioni sulle piante e sugli animali.

Proprio per spiegare le ragioni del suo arresto e della sua condotta, Thoreau scrisse il breve saggio qui di seguito trascritto. In questo modo i governi mostrano come sia facile che gli uomini si lascino ingannare, persino che essi stessi si autoingannino, per proprio vantaggio.

Esso non mantiene libero il paese. It does not educate. Esso non fornisce istruzione. Tuttavia, per parlare in modo pratico e da cittadino, a differenza di coloro che si definiscono anarchici io non chiedo che si abolisca immediatamente il governo, ma chiedo immediatamente un governo migliore.

Deve il cittadino - anche se solo per un momento, od in minima parte - affidare sempre la propria coscienza al legislatore? Io penso che dovremmo essere prima uomini, e poi cittadini. E ora, cosa sono? Uomini del genere non incutono maggior rispetto che se fossero di paglia o di sterco. Hanno lo stesso tipo di valore dei cavalli e dei cani. Tuttavia persino esseri simili sono comunemente stimati dei buoni cittadini.

Altri, come la maggior parte dei legislatori, dei politici, degli avvocati, dei ministri del culto, e dei funzionari statali, servono lo Stato principalmente con le proprie teste; e, dato che raramente fanno delle distinzioni morali, sono pronti a servire nello stesso tempo il diavolo, pur senza volerlo, e Dio.

Pochissimi, come gli eroi, i patrioti, i martiri, i riformatori in senso elevato, e gli uomini, servono lo Stato anche con la propria coscienza, e dunque per la maggior parte necessariamente gli si oppongono; e sono comunemente trattati da esso come nemici. Come deve comportarsi un uomo, oggi, nei confronti di questo governo americano?

Ma quasi tutti sostengono che non sia questo il caso ora. Non me la prendo con gli avversari lontani, ma con coloro che, vicino a noi, offrono la propria collaborazione e fanno gli interessi di coloro che sono lontani, e senza i quali questi ultimi sarebbero inoffensivi.

Al massimo, si limitano a dare un voto che costa loro poco, ed un debole incoraggiamento ed un Augurio al giusto, quando passa loro vicino. Significa solo manifestare debolmente agli uomini il desiderio che il giusto debba prevalere. Allora saranno loro gli unici schiavi. Non possiamo forse contare su qualche voto indipendente? Non ci sono forse molti individui nel paese che non partecipano ai congressi? Cosa non darei per un uomo che sia un uomo, e che, come dice il mio vicino, abbia una spina dorsale che non puoi trapassare con una mano!

Quanti uomini ci sono per ogni mille miglia quadrate nel paese? A mala pena uno. Osservate quale grossolana contraddizione si tollera.

Le leggi ingiuste esistono: dobbiamo essere contenti di obbedirle, o dobbiamo tentare di emendarle, e di obbedirle fino a quando non avremo avuto successo, oppure dobbiamo trasgredirle da subito? Ritengono che, se opponessero resistenza, il rimedio sarebbe peggiore del male. Lui lo rende peggiore. Lasciate che la vostra vita faccia da contro-attrito per fermare la macchina.

Ho altre faccende delle quali occuparmi. Non sono venuto a questo mondo innanzitutto per farne un buon posto nel quale vivere, ma per viverci, buono o cattivo che esso sia.

La riforma ha molti giornali al proprio servizio, ma non un solo uomo. Date il vostro voto intero, non solo un pezzo di carta, ma tutta la vostra influenza. Ma supponiamo pure che debba scorrere il sangue. Vedo questo sangue scorrere ora. In questo modo il terreno morale gli viene tolto da sotto i piedi. Cristo rispose agli uomini di Erode tenendo conto della loro condizione.

Per quanto riguarda me, non mi piacerebbe pensare di dover fare affidamento sulla protezione dello Stato. Questo rende impossibile ad un uomo vivere onestamente, ed allo stesso tempo confortevolmente in apparenza.

Dovete affittare o occupare un posto da qualche parte, e far crescere solo un piccolo raccolto, e mangiarlo subito. Dovete vivere una vita interiore, e contare su voi stessi, rimboccandovi sempre le maniche e stando pronti a ricominciare, senza occuparvi di molte faccende. Mi costa meno in ogni senso incorrere nella pena prevista per la disobbedienza allo Stato di quello che mi costerebbe obbedire. Mi sentirei come se valessi meno in tal caso. Mi rifiutai di pagare.

Ma, sfortunatamente, un altro uomo ritenne opportuno pagare per me. Tuttavia, su richiesta dei consiglieri comunali, acconsentii a fare per iscritto una dichiarazione di questo tipo: - "Sappiano tutti con la presente che io, Henry Thoreau, non desidero essere considerato membro di alcuna corporazione alla quale non abbia aderito".

Per sei anni non ho pagato la "poll-tax". Mi stupivo che esso avesse concluso alla fine che questo era il migliore uso che poteva fare di me, e che non avesse mai pensato di avvalersi in qualche modo dei miei servigi.

Non mi sentii imprigionato neppure per un momento, ed i muri mi sembravano un grande spreco di pietra e di malta. Mi sentivo come se solo io, fra tutti i miei concittadini, avessi pagato la mia tassa. Essi chiaramente non sapevano come trattarmi, ma si comportavano come persone rozze. Non sono nato per essere costretto. Che forza ha una moltitudine? Essi mi costringono a diventare come loro. Non sono a conoscenza di uomini che vengano costretti a vivere in un modo o in un altro da masse di uomini.

Che tipo di vita sarebbe quella, da vivere? Non vale la pena piangerci sopra. La notte in prigione fu abbastanza insolita ed interessante. Mi fu mostrato un elenco alquanto lungo di versi composti da alcuni giovani che erano stati scoperti in un tentativo di fuga e che si erano vendicati mettendosi a cantarli.

Erano le voci degli antichi abitanti, quelle che udivo nelle strade. Ero proprio dentro di essa. Non avevo mai visto le sue istituzioni prima. Cominciai a capire di cosa si occupassero i suoi abitanti. Ero stato messo in prigione mentre stavo andando dal calzolaio a ritirare una scarpa che era stata riparata.

Desidero semplicemente rifiutare obbedienza allo Stato, ritirarmi e starne concretamente alla larga. Non metti la testa nel fuoco. Non desidero litigare con nessun uomo o nazione. Non voglio spaccare il capello in quattro, fare sottili distinzioni, o proclamare me stesso migliore dei miei vicini.

Cerco piuttosto, direi, addirittura una scusa per conformarmi alle leggi del paese. Sono fin troppo pronto a conformarmi ad esse.

Non sono molti i momenti nei quali vivo sotto un governo, persino in questo mondo. So che la maggior parte degli uomini la pensa diversamente da me; ma coloro che per professione dedicano la propria vita allo studio di questi o di simili argomenti, mi soddisfano poco o per nulla. In effetti le sue uniche azioni determinanti sono difensive. Sono rari nella storia del mondo.

EL GUITARRISTA LUIS LANDERO PDF

Disobbedienza civile (saggio)

.

BHARTI AXA MONTHLY INCOME PLAN PDF

Henry Thoreau, disobbedienza civile e vita nei boschi

.

Related Articles